I.C. "DON MILANI"

Progetto del 1979 - Costruzione nel 1981


La scuola, il cui impianto architettonico è impostato sulla ricerca della fluidità degli spazi e sui doppi volumi, ospita 18 aule per la normale attività didattica e una serie di ambienti per le attività tecnico artistiche: palestra, auditorium e biblioteca sono aperte anche al pubblico esterno.

L'edificio che si qualifica per la sobrietà delle linee e la flessibilità dell'impianto ha ottenuto la "segnalazione" al premio nazionale "Mestre – Architettura Uno".

Gli spazi per le attività collettive (auditorium, palestra, refettorio) affiancano le aule seguendone la disposizione ad L che caratterizza questa scuola realizzata dall'Architetto Remo Nocchi.

La flessibilità degli spazi funzionali è strumento per definire un ambiente didattico libero, da vivere in modo diretto sia individualmente, sia collettivamente.

La continuità spaziale e i doppi volumi concorrono all'articolazione di prospettive aperte e di trasparenze interne ed esterne.

Il progetto di questo edificio è stato pubblicato sulla rivista "L'Architettura in Toscana dal 1945 ad oggi".

 

 

 

 

 

 

I cookies ci aiutano a migliorare il sito. Questo sito utilizza cookies tecnici ed analitici ed utilizzandolo accetti i cookie da parte nostra. Il sito non rilascia cookie di profilazione per l'invio di messaggi pubblicitari o commerciali.